Note sul corso

Fagotto moderno:

  • Emissione del suono – tecniche
  • Diteggiature e tecnica di base – agilità – approfondimento e studio sullo staccato e il legato
  • Timbro del suono e tecnica di costruzione manuale dell’ ancia
  • Repertorio e principali passi orchestrali

 

Fagotto storico ( barocco ):

  • Approccio al fagotto antico e storia – le diverse scuole in Europa
  • Suonare una copia? Le varie diteggiature – diapason
  • Le articolazioni negli strumenti a fiato antichi e i primi manuali di studio
  • Il suono, le ance storiche e la costruzione manuale

 

Controfagotto:

  • Fagotto – Controfagotto….strumenti uguali?
  • Il suono – colore e timbro
  • La tecnica- emissione – estensione – agilità
  • Repertorio nella musica da camera e passi orchestrali.

Alberto Guerra

Diplomato al Conservatorio Pollini di Padova inizia a collaborare con le orchestre della Rai di Milano , Rai Torino , ORT orchestra della Toscana dove vince il concorso per primo fagotto. Lasciata l’ attività dell’orchestra frequenta il conservatorio superiore di Ginevra e seguendo i corsi del M Roger Birstingl ottiene il primo premio di virtuosité con distinzione. Inizia una collaborazione che è diventata trentennale con l’Ensemble Contrechamps e l’approfondimento del repertorio del ‘900 e contemporaneo con Heinz Holliger, Pierre Boulez, Luciano Berio… nel 1990 conosce il M. Michel Piguet e la prassi di esecuzione con gli strumenti antichi. Con un prezioso fagotto Prudent- Parigi 1750ca appartenuto alla collezione Piguet ,collabora da allora nella musica barocca con i più importanti gruppi e solisti;  Cristophe Coin, English Consort, Accademia Bizantina, Ottavio Dantone, Diego Fasolis , Il Giardino Armonico gruppo con il quale ha avuto  una collaborazione ininterrotta quasi trentennale.

Alessio PISANI

Alessio Pisani si diploma in fagotto nel 1992 sotto la guida del M° Claudio Gonella presso il Conservatorio G. Puccini di La Spezia.

Successivamente studia con il M° Paolo Carlini presso l’Accademia Musicale di Firenze. Nel 1996 inizia lo studio del Controfagotto perfezionandosi in seguito con il M° Domenico Romano.

In orchestra Alessio Pisani ha ricoperto il ruolo di controfagotto presso l’Orchestra del Teatro Alla Scala di Milano e presso l’Orchestra Filarmonica della Scala di Milano dal 1996 al 2001.

Ha collaborato inoltre con : Mahler Chamber Orchestra, Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, Orchestre de Paris, ecc.

Nell’arco della sua carriera ha suonato sotto la conduzione di importantissimi Direttori d’Orchestra tra i quali: C.M. Giulini, C. Abbado, R. Muti, G. Sinopoli, G. Pretre, L. Maazel, W. Sawallisch, Z. Mehta, V. Gergiev, R. F. De Burgos, K. Petrenko, M. Whun Chung, R. Chailly, ecc.

Dal 2011 è docente presso il Conservatorio Statale di Musica N. Paganini di Genova.

Dal 2013 fa parte del LowBb Bassoon Cluster.

Nel 2017 pubblica per l’etichetta Bongiovanni il suo primo CD da solista dal titolo Bogeyman.

Nel 2019 l’etichetta Stradivarius pubblica il primo CD del quartetto di fagotti LowBb bassoon cluster

Nell’ambito della ricerca musicale si occupa di improvvisazione e segno grafico:

 

Dal 2006 al 2008 a tenuto il Laboratorio di Improvvisazione per il Conservatorio Statale di Musica C. Pollini di Padova.

Nel 2008 ha tenuto 6 incontri sull'improvvisazione presso il Conservatorio B. Marcello di Venezia.

 

Dal 2009 al al 2011 a tenuto il Laboratorio di Improvvisazione per il Conservatorio Statale di Musica C. Pollini di Padova e per l'Università degli Studi di Padova, Dipartimento di Storia delle Arti Visive e della Musica.

 

Nel 2011 è stato invitato in Arizona U.S.A. alla conferenza internazionale delle doppie ance IDRS2011 dove ha presentato un lavoro per fagotto, tromba e elettronica che prevedeva l'uso di partiture grafiche con notazione mista e improvvisazione.

 

Nel 2011 sulla rivista mensile Musica Domani è stato pubblicato un articolo a firma Pisani-Cosottini dal titolo NON LINEARITA' E IMPROVVISAZIONE.

Nel 2012 sempre sulla rivista Musica Domani a firma Pisani-Cosottini viene pubblicato l’articolo NON LINEARITA’ E SEGNO GRAFICO.

 

Nel 2018 è stato invitato in Spagna alla conferenza internazionale delle doppie ance IDRS2018 ad eseguire in una delle serate principali  il quintetto di Willy Hess per controfagotto e quartetto d’archi.