Note sul corso

Numero massimo di allievi effettivi: 8

Le lezioni sono aperte sia ai partecipanti effettivi che agli uditori.

E’ prevista una selezione delle domande dei partecipanti. Per questo motivo, gli allievi interessati sono tenuti ad inviare unitamente al modulo di iscrizione, il proprio curriculum e la registrazione audio/video di almeno due arie entro la data perentoria del 15 luglio a:
maiolichemusicali@gmail.com
Consigliamo l’utilizzo di WeTransfer

Non si richiede il versamento della quota di iscrizione finché non verrà confermata l’effettiva ammissione al corso (entro e non oltre il 31 luglio). Gli allievi che non saranno ammessi avranno la possibilità, qualora lo desiderassero, di partecipare in qualità di uditori e dovranno pagare la quota di iscrizione unitamente alla quota di frequenza di € 150.

Questo corso di perfezionamento è aperto a cantanti di ogni tipologia vocale e nazionalità, senza limiti d’età.

Il programma prevede una scelta di 5 brani da selezionare tra:

  • Repertorio da camera antico
  • Opera barocca
  • Liriche da camera
  • Opera del periodo classico
  • Opera dell’Ottocento e Novecento

Attraverso lo studio di questo programma, l’allievo ha la possibilità di toccare più argomenti e quindi più prassi, dal Recitativo alla Gran Scena, ai pezzi d’assieme (duetti, ecc.), da Monteverdi a Verdi (e oltre), con l’intento di perfezionare il rapporto tecnica-testo-musica e di preparare un repertorio utile per le audizioni così come l’attitudine a cantare con gli altri preparatoria alla professione in teatro.

L’allievo che vorrà perfezionarsi solo su una tipologia di repertorio fra quelle sopraindicate, potrà portare 5 brani tratti dal repertorio di suo interesse, ma è comunque lasciata aperta la possibilità di lavorare sul teatro musicale come sul repertorio da concerto e particolarmente benvenuti saranno coloro che proveranno a toccare più repertori.

Anna Bonitatibus

Vincitrice dell’ International Opera Awards, per Semiramide – La Signora regale, (2015) e Best Female Voice Finalist IOA (2016), l’anti-Diva, come ama definirsi, Anna Bonitatibus si distingue per la nobile passione con la quale interpreta i titoli tra i più celebri del teatro musicale come per l’instancabile impegno con il quale promuove la divulgazione del repertorio meno conosciuto. Settanta i titoli rappresentati del suo repertorio, dai capolavori assoluti di Claudio Monteverdi alle opere tornate alla ribalta di Francesco Cavalli (Didone, Ercole amante, Calisto) passando per la produzione operistica di Händel (Agrippina, Deidamia, Giulio Cesare, Orlando, Tamerlano, Tolomeo, Ottone, Il Trionfo del Tempo e del Disinganno) e dei compositori di scuola napoletana, da Pergolesi a Cimarosa, sino al suo amato Gioachino Rossini: La Cenerentola, Il Barbiere di Siviglia, L’Italiana in Algeri, Il Viaggio à Reims, Tancredi, e ancora Cantate, Messe e i rari e preziosi Péchés de Vieillesse del pesarese.


Impersonando Cherubino, nelle dapontiane Le Nozze di Figaro, viene eletta tra le interpreti mozartiane più acclamate, seguiranno Don Giovanni, Così fan tutte, Mitridate Re di Ponto, Lucio Silla, La Clemenza di Tito, così come composizioni sacre e profane del salisburghese. Il vasto repertorio del Mezzosoprano comprende anche La Messa di Requiem di Giuseppe Verdi, Ginevra di Scozia di Simon Mayr e Enrico di Borgogna di Donizetti interpretato con grande successo al Donizetti Opera di Bergamo (2018). Il repertorio francese include Carmen, ruolo felicemente debuttato a Madrid (2018), e che si aggiunge a L’Enfant et les sortilèges di Ravel, Roméo et Juliette di Berlioz e Gounod, a Les contes d’Hoffmann d’Offenbach, Werther e Don Quichotte di Massenet.

Dai primi passi al Teatro alla Scala, alla Bayerische Staatsoper di Monaco di Baviera, al Théâtre des Champs- Elysées a Parigi, al Teatro Real di Madrid, La Monnaie di Bruxelles, Staatsoper di Vienna, Royal Opera House di Londra, Festivals (Salisburgo, Firenze, Monaco, Bologna, Grange) e nelle sale da concerto internazionali più rinomate (dalla Russia agli Stati Uniti), Anna Bonitatibus ha collaborato con i direttori d’orchestra e i registi tra i più prestigiosi: Sir Charles Mackerras, Riccardo Muti, Sir Antonio Pappano, René Jacobs, William Christie, Ivor Bolton, Myung Whun Chung, Alan Curtis, Roberto Abbado, Ottavio Dantone, Marc Minkowski e Luca Ronconi, Jerome Savary, Pier Luigi Pizzi, Dario Fo, David McVicar, David Alden, Sir Jonathan Miller, Kasper Holten, Emilio Sagi, Sven-Eric Bechtolf, David Pountney.


Il Convegno Internazionale Rossini 2017 ha aperto le recenti celebrazioni dedicate a Rossini150° e Anna Bonitatibus vi ha interpretato il concerto straordinario “Rossini e gli altri. La Gran scena” organizzato dalla Fondazione Rossini di Pesaro; per le stesse celebrazioni è stata invitata al Rossini Opera Festival 2018 e nel settembre della stesso anno è stata ambasciatrice rossiniana alla National University di Seoul (Corea del Sud) e St. John College di Cambridge attraverso Recitals e Master Class dedicati a Gioachino Rossini.


Accanto all’attività artistica Anna Bonitatibus è impegnata nella ricerca e promozione della Lirica italiana da camera attraverso la Casa editrice musicale Consonarte - Vox in Musica, da lei fondata e che si avvale della collaborazione di esperti musicisti e studiosi provenienti da rinomate università europee. Il progetto mira alla rivalorizzazione internazionale di questo immenso patrimonio musicale per il quale sono in atto preziose iniziative tra le quali le recenti performances del mezzosoprano italiano alla Wigmore Hall di Londra.


Tra le incisioni di maggiore successo si annoverano: L’Infedeltà costante dedicata ad Haydn; Un Rendez-vous, un ritratto del repertorio da camera di Rossini; Semiramide – La Signora regale, un itinerario musicale, da Porpora a García, consacrato alla prima Regina della Mesopotamia; La Tempesta, Cantate da camera della compositrice Marianna Martines, apparse tutte per DHM/RCA/SONY. In DVD, Il Barbiere di Siviglia per Hardy-RaiTrade, La Didone e Ercole amante (OpusArte) e Così fan tutte (Arthaus), L’incoronazione di Poppea per Virgin Classic. 


In streaming si è potuto seguire Anna Bonitatibus ne La Clemenza di Tito e Lucio Silla (La Monnaie, Bruxelles) e ne L’Italiana in Algeri (Staatsoper, Vienna). L’ultimo lavoro discografico (2018, BR Klassik) è l’album «en travesti»: il recital, salutato da un eccezionale consenso di pubblico e di critica, percorre la parabola delle parti ‘in pantaloni’ composte per le voci femminili e delle quali Anna Bonitatibus è da sempre interprete di riferimento.