Chiara CATTANI

Chiara Cattani è clavicembalista, pianista e fortepianista. Diplomata con lode sia in pianoforte presso il Conservatorio “B. Maderna” di Cesena sotto la guida del M° Denis Zardi sia in clavicembalo al Conservatorio “G.B. Martini” di Bologna, sotto la guida del M° Silvia Rambaldi, ha poi conseguito la Laurea di Secondo Livello in Clavicembalo con 110, lode e menzione d’onore. Si è inoltre diplomata presso l’Accademia Pianistica Internazionale di Imola in musica da camera e in fortepiano rispettivamente con il M° Pier Narciso Masi e il M° Stefano Fiuzzi e si è laureata, sempre con lode, in Direzione corale con il M° Leonardo Lollini al Conservatorio di Bologna. Ha terminato il suo percorso formativo al clavicembalo presso l’Università Mozarteum di Salisburgo, dove ha ottenuto il Post Graduate Harpsichord Degree nella classe del M° Florian Birsak.

Premiata in svariati concorsi nazionali e internazionali, svolge un’intensa attività concertistica che l’ha già vista interprete di numerosissimi concerti nelle principali città italiane e all’estero, in Francia, Inghilterra, Austria, Germania, Russia, Spagna, Israele, Palestina e Giappone, come solista al clavicembalo e al fortepiano, continuista al cembalo in formazioni cameristiche e solista con orchestra. Di particolare rilievo è la sua partecipazione all’attività artistica dell’orchestra barocca Academia Montis Regalis, con la quale si è esibita sotto la direzione di Enrico Onofri, Olivia Centurioni ed Ophelie Gaillard. Nel 2016 è stata invitata al Festival di Innsbruck in qualità di maestro al cembalo per la rappresentazione in prima assoluta dell’opera “Le nozze in sogno” di Antonio Cesti, con la direzione di Enrico Onofri e la regia di Alessio Pizzech, eseguita anche per il Mozarteum di Salisburgo e a partire dall’estate 2018 è Maestro collaboratore e assistente ufficiale all’interno del Festival di musica Antica di Innsbruck, nelle produzioni di Alessandro De Marchi.

Da svariati anni è assistente come clavicembalista delle masterclasses di canto e strumento “Innsbruck Barock”, tra cui quelle di Ulriche Hofbauer, Hiro Kurosaki, Reinhard Goebel, Marco Testori, Marcello Gatti e Linde Brunmayr-Tutz.

Nel 2009 fonda il Duo Sarti con il violinista Roberto Noferini, con il quale è protagonista di una brillante attività concertistica alternando i tre strumenti e riscuotendo unanimi consensi di pubblico e critica.

Tra le sue incisioni discografiche spiccano L’integrale delle sonate composte in Italia in due cd di Johann Adolf Hasse, edito da Concerto Classics, l’integrale delle sonate per tastiere storiche e in duo con flauto e violino di Giuseppe Sarti per la casa discografica “Tactus” in sei cd, insieme a Roberto Noferini e alla flautista Silvia Moroni e le Sonate op. II per violino e basso continuo di Giovanni Battista Somis. Sempre insieme a Roberto Noferini, di recente uscita e di importante valore discografico è la pubblicazione per la rivista Amadeus delle Sonate di Johann Sebastian Bach per violino e clavicembalo concertante. Ha pubblicato il libro “Giuseppe Sarti: cantabilità operistica nelle sonate per clavicembalo e violino” per la collana editoriale dell’Associazione Jervolino di Caserta.

In campo artistico, vanta collaborazioni musicali, oltre che con Noferini, Onofri, Gaillard e Centurioni, con Gloria Banditelli, Gianluca Belfiori Doro, Silvia Rambaldi, Mauro Valli, Cristiano Rossi, Sonia Prina, Stefano Montanari, Dorothee Oberlinger, Ewa Gubanska, Yuri Revich, Laura Marzadori, Francesca Dego, Andre Dulbesten, Lorenzo Cavasanti, Roberto Giaccaglia, Arianna Lanci.

È laureata in Storia del mondo antico con lode e tesi in Papirologia.

È stata docente di clavicembalo presso il conservatorio di Matera, di fortepiano al Conservatorio di Bolzano e accompagnatrice al clavicembalo delle attività del Dipartimento barocco del conservatorio di Bologna. Ora è docente di Prassi del Clavicembalo e del Clavicordo al Conservatorio di Bologna, accompagnatrice della classe di canto barocco (M° Gianluca Belfiori) presso il Conservatorio di Lecce e della classe di flauto dolce (M°Lorenzo Cavasanti) al Conservatorio di Bolzano. È stata invitata due volte come docente Erasmus presso la Scuola Superiore Nazionale di Canto di Madrid a tenere una masterclass riguardante la prassi esecutiva barocca nel repertorio operistico italiano.

È direttrice artistica del Corso estivo di perfezionamento musicale ‘Marco Allegri’ di Castrocaro Terme, della Rassegna Migliori Diplomati d’Italia e della Rassegna di musica barocca “Trillo Mordente” nella sua città, Faenza. È membro della giuria da svariati anni del Concorso Internazionale di Clavicembalo “Wanda Landowska”, con sede a Ruvo di Puglia e ospite come docente di masterclass intorno al repertorio per clavicembalo e fortepiano.

Suona un clavicembalo italiano copia Giusti, costruito da Giuseppe e Francois Ciocca a Riccia (CB), un clavicembalo francese copia Taskin di Gianfranco Facchini e un fortepiano a tavolo inglese Clementi del 1816.